Blog


Disconoscimento di scrittura privata e procedimento di verificazione: sentenza del Tribunale di Torino

Source: dirittocivilecontemporaneo.com

Nel caso di specie, in particolare, parte attrice opponente disconosceva le sottoscrizioni apposte al contratto di finanziamento, dal cui inadempimento era scaturito il decreto ingiuntivo stesso.

 

E’ noto che, in mancanza del riconoscimento espresso della sottoscrizione, possa darsi luogo a riconoscimento tacito qualora la parte contro la quale la scrittura privata è prodotta non la disconosca (arg.ex art. 214 c.p.c).  In ogni caso, ai sensi dell’art. 215 c.p.c., la scrittura privata prodotta in giudizio si ha per “riconosciuta” se la parte contro cui la scrittura è prodotta è contumace (salvo il caso previsto dall’art. 293, 3° comma, c.p.c.) o, essendo costituita, “non la disconosce o non dichiara di non conoscerla nella prima udienza successiva o nella prima risposta successiva alla produzione”.

 

Assolto tempestivamente tale onere, la legge assegna alla parte che ha prodotto lo scritto disconosciuto la seguente alternativa: rinunciare ad avvalersene o instaurare il procedimento incidentale di “verificazione” (cfr. artt. 216 segg. c.p.c.): in quest’ultimo caso, se l’esito di tale giudizio è positivo, la scrittura varrà ad ogni effetto come se fosse stata riconosciuta; se, invece, l’esito è negativo – come nel caso in questione -, la scrittura disconosciuta rimarrà priva di effetto probatorio.

 

Tribunale di Torino, 11/03/2015

la sentenza è visualizzabile al seguente link:

http://dirittocivilecontemporaneo.com/wp-content/uploads/2015/04/Trib.-Torino-11-marzo-2015-Giud.-Di-Capua2.pdf

 

 

www.indebitibancari.altervista.org

See on Scoop.itQuaderni di diritto bancario

Related Posts